Magia Bianca: amore e passione fuochi inconfondibili

Ciao a tutti, oggi mi và di parlare della magia bianca e i suoi effetti sull’amore.
La parte che preferisco del mio lavoro è sicuramente quando mi chiedono di cercare di riaccendere la passione, in un uomo o in una donna! Se il mio lavoro di sensitivo si basasse solo su quest’argomento sarei decisamente più felice perché per me è come se praticassi la parte giusta della magia, diciamo quella buona, quella di cui, nella maggior parte dei casi, stai facendo per chi è inconsapevole o si trova a subire l’incantesimo, un atto che sicuramente lo porterà ad avere benefici. Si perché in questi casi, per esperienza, è più chi subisce l’incantesimo di magia bianca che chi lo commissiona ad avere benefici. Voi vi starete chiedendo “come mai è l’altra persona ad avere più benefici?”, è molto semplice e ve lo spiego subito. Quando parliamo dell’amore, della passione che una persona ci mette nel rapporto sia sessuale che affettivo, dopo che si incominciano a vedere gli effetti degli incantesimi di magia bianca, notiamo che le persone incominciano man mano a capire che quello che hanno fatto negli ultimi periodi era orribile. Vuoi per lavoro, vuoi per problemi familiari, si rendono conto di aver buttato gli ultimi anni della propria vita a dimenticarsi quello che per loro era più importante…la persona amata. Facendo un lavoro attento e periodico, cominciamo a far riaffiorare nella mente della persona a cui abbiamo voluto far l’incantesimo, i bei ricordi, i bei momenti vissuti insieme, le tante emozioni condivise. In un susseguirsi di eventi ben presto vi renderete conto che la persona che avete tanto cercato vi amerà ancor più di prima.

Grazie all’amore e alla passione ci addentriamo nel campo della magia bianca dove troviamo molti incantesimi che si possono svolgere nei vari periodi dell’anno. Man mano li andremo ad esaminare. Oggi vorrei parlare un incantesimo molto chiacchierato in rete…mi piacerebbe sapere voi cosa ne pensate! E’ chiamato da alcuni l’incantesimo dell’amore eterno, si effettua quando c’è la luna crescente con una piantina d’edera…avete mai provato a farlo da soli?Mi piacerebbe tanto sapere chi di voi ha sperimentato autonomamente questo o altri incantesimi di magia bianca simili!

Cartomanzia: un’altra arte per arrivare alla verità!

Quando parlo di cartomanzia ci tengo a precisare sempre una cosa prima di iniziare qualsiasi discorso: questa fa parte delle arti divinatorie, ovvero di quelle arti che vanno nel soprannaturale e sono spiegate dal cosiddetto veggente definito impropriamente in questo caso cartomante.
Le doti del cartomante però dovrebbero essere ben distinte dalle doti del sensitivo che comprendono, per capirci meglio, la chiaroveggenza, cioè l’arte di vedere le cose, le persone, e tutto ciò che è di contorno in maniera concreta e non astratta nel profondo dell’animo umano. Dico dovrebbe perché qualcuno tende a confonderle troppo facilmente facendole diventare essenzialmente uguali ma non deve essere assolutamente così. Certo è che dovrebbero essere usate insieme ma l’esperienza e le doti per farlo sono talmente affinate e superiori che non tutti possono permetterselo.

La cartomanzia è un’arte affascinante che suscita spesso curiosità, per alcuni è un gioco divertente mentre per altri è motivo di ansia e perplessità. In amore consiglio sempre di affidarsi in maniera abbastanza continua alla lettura delle carte,  ci rivelano dei possibili capovolgimenti inaspettati della vita o in altri casi ci indicano la strada maestra da seguire. Quante volte mi sono capitate, nel leggere le carte, esclamazioni del tipo:”ah lo sapevo!..già da tempo dovevo fare cosi”, le carte non mentono mai e dicono sempre la verità in una maniera o nell’altra. Sono il miglior modo di leggere il futuro o quantomeno farsi indicare la strada giusta.

Altro tema in cui nel tempo ci soffermeremo più in là è l’accostamento della cartomanzia agli angeli. Questi  ultimi ci aiutano nella scelta delle carte e nell’ interpretazione di esse in una maniera più delicata, anche se avere una connessione con loro, purtroppo, non è sempre possibile.
Nondimeno sono di estrema importanza i tarocchi, gli esoteristi che hanno una certa esperienza in questo settore da tempo ottengono ottimi risultati, soprattutto nel campo dell’amore e degli affari.
Mi piace spesso parlare di cartomanzia spaziando da argomenti generali a quelli più specifici, come mago esoterista non dovrei dirlo per professionalità, ma alcune volte la lettura delle carte mi piace più di ogni altra arte divinatoria.
Come vedete la cartomanzia  ha numerosi assi nella manica per fare in modo che il tuo destino non si perda in malo modo.
Tu cosa ne pensi al riguardo?

Legamenti d’amore…quali i più riusciti?

Come potete notare dai vari post presenti nel mio blog ogni settimana cerco di affrontare un argomento diverso, soprattutto per  le persone che da tempo mi conoscono e che non sempre ho possibilità di incontrare personalmente, ma anche per coloro che vogliono iniziare a conoscermi e a capire come lavoro.

L’argomento di questa settimana sono i legamenti d’amore e le sue mille sfaccettature. Oggi le persone che si fingono esperti di questa pratica sono tantissime ma purtroppo per loro le tecniche che si praticano per effettuare i legamenti d’amore affondano le loro radici in tempi antichissimi. Sono ormai migliaia di anni che gli incantesimi per i legamenti d’amore hanno bisogno di uno studio e una conoscena dei testi antichi e ancor di più di conoscere i luoghi dove fin dagli albori venivano praticati. Non un caso che mi reco in Brasile costantemente, con lunghi e dispendiosi soggiorni utili ad affinare e a rendere più potenti i miei legamenti.

Generalmente chi ha un minimo di conoscenza già può rendersi conto di chi fa i legamenti d’amore con una certa tecnica e chi invece cerca di copiare qualche sensitivo convincendosi di replicare perfettamente l’incantesimo. Purtroppo per loro e fortunatamente per i sensitivi come me, l’esperienza nel capire quale incantesimo và usato a seconda del problema della persona che hai di  fronte non è una cosa che si acquisisce in poco tempo. Ci tengo molto alla professionilità nel mio mestiere indipendentemente che un legamento d’amore risulti riuscito o no.

Addentrandoci nei rituali d’amore, come ben sapete, i più adoperati sono le fatture in primis, ma anche i filtri d’amore con le tante pozioni,  (il molto conosciuto ma non sempre tanto praticato) il legamento d’amore con il sangue mestruale insieme al legamento con il limone, senza dimenticarci del potentissimo legamento d’amore con foto.
Non voglio giudicare l’operato degli altri e ne tanto meno il mio (questo è compito di chi mi ha conosciuto), però mi permetterete di dire che percepisco una certa vocazione in me nell’ eseguire i legamenti d’amore, saranno le mie doti di sensitivo, qualcosa che indirizza i miei flussi extrasensoriali all’ interno del mio corpo in modo che mi facciano percepire con una certa sensibilità i pensieri nella testa del mio cliente e come indirizzarlo e cosa fare per aiutarlo, non so dare una spiegazione precisa ma so per certo che riesco in tanti legamenti.

L’unico consiglio che posso darvi è: lasciatevi aiutare solo da chi come me ha passione per quello che fà e tiene al cuore le persone che segue!
Ricordatevi che i problemi d’Amore sono meno dolorosi dei problemi fisici e non basta un intervento o una semplice medicina per risolverli, i legamenti d’amore potrebbero essere una valida alternativa per risanare il vostro cuore!

Sensitivo: Evoluzione o cambio forzato?

E’ da un po’ di tempo che rifletto sull’evoluzione della figura del sensitivo,e saranno d’accordo anche i miei colleghi, che il nostro rapporto con le persone sta diventando sempre di più un rapporto amichevole, di consigliere, per aiutare a risolvere soprattutto le ansie della vita quotidiana che ci affliggono, a differenza di prima che, chi voleva farsi assistere da una persona dotata di poteri extrasensoriali, sembrava quasi volesse una diagnosi, come quando si và dal medico per un problema fisico.
Con questo voglio mettere in evidenza un aspetto importante che si sta incominciando a delineare nella mente delle persone che si avvicinano a questo mondo, ovvero la giusta prospettiva che finalmente mette in luce un nuovo modo di vedere la figura del sensitivo.

Forse saranno state le continue campagne denigratorie nei nostri confronti… come se la gente non fosse abbastanza adulta e responsabile da poter decidere con serenità e tranquillità cosa fare della propria vita. Oramai, e questo lo dico con immenso stupore, nessuno si reca da me alla ricerca della verità assoluta, nessuno mi chiede di riavere la persona amata o di ottenere quella cosa ad ogni costo e mi accusa di essere un ciarlatano se non ci riesco. Questo non può farmi altro che piacere, non solo per il fatto che i clienti con quest’atteggiamento mi danno più fiducia ad aiutarli, ma essenzialmente perché sono sollevato dal fatto che sembra essere chiaro il concetto che se fosse tutto così facile e ogni obiettivo si potrebbe raggiungere con il minimo sforzo allora potrebbero riuscirci tutti e le mie doti non sarebbero extrasensoriali ma al massimo extranormali.

Dunque contribuisce all’ evoluzione della figura di sensitivo anche un altro aspetto importante che ho osservato, ovvero che non è chi cerca il sensitivo che sta mutando il proprio modo di vedere la mia figura ma è l’esperienza che ci ha fatti adattare, visto l’aumento increscioso di truffe e la conseguente paura di incorrere in queste. Anche per questo c’è un modo diverso di svolgere la professione da parte nostra che inevitabilmente ci porta a diventare più come una figura di consigliere che come ricercatori della verità assoluta.
Personalmente, ho sempre pensato che guardare le cose da un altro punto di vista non può far altro che bene  ed il primo modo per dimostrarlo è mettere in discussione se stessi, essere veri è il primo passo per ricercare la verità.
A voi la scelta!

La Magia Bianca può aiutarti anche nel lavoro!

Negli ultimi tempi le richieste per incantesimi di Magia Bianca sono aumentate rispetto ad altre arti che eseguo normalmente. Noto sempre di più, da parte dei clienti, una voglia di sperimentare nuove formule e nuovi rituali di Magia Bianca. Questo mi aiuta tanto nella riuscita dei miei incantesimi infatti questa predisposizione positiva mi dà una spinta maggiore nell’avere fiducia e nell’avere quella giusta dose di energie mentali che mi portano nel tempo ad aiutarvi con più successo. Non è una cosa da poco, spesso molte persone sono scettiche nell’utilizzare la Magia Bianca come un’arma per raggiungere i propri obiettivi e nella maggior parte dei casi viene confusa con la Magia Nera.

Le magie,com’è facilmente comprensibile, hanno i loro campi specifici e non si mischiano mai tra di loro. Tralasciando per un attimo i campi della fortuna e dell’amore vorrei concentrarmi un po’ di più sul lavoro, un argomento che ci stà molto a cuore in questo periodo. Proprio per il fatto che se ne parla molto, il lavoro è diventato un elemento estremamente frustrante della nostra vita, e anche quando lo possediamo sembra sempre che non ci basti mai; diventa un’eterna ansia nel cercare stabilità e quando, prima e poi, lo otteniamo abbiamo la paura di perderlo e tutto questo non fa altro che alimentare le nostre insicurezze.

Qui può entrare in gioco la magia bianca con i suoi incantesimi e rituali può permetterci di sbloccare delle situazioni complicate agendo minuziosamente nei meandri dell’anima. Nei casi che soventemente mi capitano le persone sono spesso offuscate dalle proprie paure che si trasformano puntualmente in debolezze e man mano entrano nella nostra anima diventando parte di essa. “Fortunatamente” la magia bianca usa una serie di incantesimi che ci permettono di uscire fuori da quelle che sono appunto le nostre insicurezze e di sbloccare delle situazioni, soprattutto quelle psicologiche, che non ci fanno capir che stiamo girando a vuoto senza una meta precisa. Dunque la magia bianca, non un’arte che ci porta a cambiare, ad esempio nel campo dell’amore, la volontà degli altri (per questo si fa uso di altre arti) ma aiuta solo le persone a dare quella giusta spinta per esprimere le proprie emozioni,superare le proprie paure, debolezze, insicurezze.

La Magia Bianca nel tempo ha saputo evoleversi senza cambiare radicalmente le proprie radici. Mutando pelle gli incantesimi di magia bianca hanno saputo farsi spazio in numerosi ambienti dell’animo umano e della vita quotidiana. E’ risaputo che gli angeli sono un elemento cardine della magia bianca, i custodi delle nostre buone emozioni, sempre lì che ci osservano per capire quali gesti facciamo decidendo molto raramente se darci un piccolissimo aiuto oppure stare lì fermi e immobili, come spesso giusto che sia, semplicemente continuando ad osservare. Gli angeli a differenza delle forze negative non sempre t’invogliano ad esercitare in questo caso azioni positive, vogliono prima vedere se hanno a che fare con una persona meritevole. Io come sensitivo ho il compito di usare la Magia Bianca per spalancarti e renderti più agevole la strada affinchè le tue azioni positive vengano messe in risalto e viste dagli altri con occhio più giusto, cerco di accelerare quelli che sono i naturali processi che intercorrono tra te e il tuo Angelo avvalendomi di innumerevoli incantesimi e formule.
Io come sensitivo cerco di usare la magia bianca come quando un amico cerca di rincuorarti o farti capire che stai sbagliando qualcosa. Non mi và di forzare niente che tu non credi valga la pena fare.
La magia bianca è un’arte pura e tale deve rimanere, se vuoi un aiuto io sono qui con le mie doti ad assisterti qualsiasi cosa tu voglia fare.

I legamenti d’amore tra amuleti e talismani.

Quando mi è venuta l’idea di dare vita a questo blog, il mio scopo era (e rimane) quello di cercare un’interazione con voi che avete mille dubbi sulla magia, perciò la mia scelta è stata quella di mettermi in goco per confrontarmi con voi, ma anche per farmi conoscere, non solo come mago,  sensitivo , chiromante, veggente: voglio farmi conoscere principalmente come uomo, come amico con cui parlare e condividere problemi, angosce, paure, desideri. Pertanto, cerco di aiutarvi a regalare a voi stessi delle opportunità; opportunità che non per forza si tramuteranno in risultati sperati, ma in possibilità dove mettere in campo le vostre abilità per sfidare il destino che spesso è ostile. A tal fine voglio farvi conoscere alcuni miei strumenti di lavoro, che nelle mie pratiche magiche rivestono un ruolo di co-protagonisti in quanto mirano a potenziare gli effetti dei miei rituali magici. Mi riferisco ad amuleti, talismani e pentacoli. Vediamoli nel dettaglio. Gli amuleti, utilizzati fin dalla notte dei tempi da maghi e stregoni del vicino Oriente, sono costituiti da oggetti con funzione protettiva: ciò significa che il loro obiettivo è quello di proteggere da circostanze o persone malefiche colui che ne è in possesso. Quindi l’amuleto glissa il pericolo o lo annulla: il suo è dunque un potere passivo (solo di difesa), ma non per questo meno forte. Interessante è il materiale di cui sono composti: di solito tessuto organico di animali, piante, fiori. Ma non mancano amuleti fatti di pietre: io ne realizzo alcuni con le mie mani, anche quando effettuo legamenti d’amore, perché il cliente ha sempre bisogno di essere protetto  specie da influenze esterne di non poca rilevanza. I talismani, invece, hanno un potere attivo: non solo hanno lo scopo di proteggere il possessore dalle insidie esterne, ma tendono a infondere positività e serenità. A tal fine, quando ne realizzo qualcuno, seguo un procedimento che si basa sulla purificazione e consacrazione del talismano: è un oggetto realizzato ad personam, perciò non si può cedere a terzi. Il suo campo d’azione è vario e il materiale di cui è fatto può essere svariato: carta, argento, bronzo, oro. Sia i talismani sia gli amuleti rappresentano un punto di riferimento per i problemi d’amore in genere.

La cartomanzia diventa religiosa? La divinazione attraverso le figure dei Santi. (Parte terza)

Da circa due settimane stiamo analizzando le carte religiose utilizzate dal cartomante per espletare la divinazione: ogni carta presagisce un qualcosa che va interpretato dall’esperto con finezza intellettiva e capacità divinatorie. E siamo rimasti fermi su San Giovanni, la cui carta annuncia che si è in una fase di trasformazione soprattutto interiore, me nel campo sentimentale e professionale annuncia la possibilità di fare nuovi incontri determinanti per la propria vita. E, se a questa, si aggiunge la carta di San Pietro, allora sarete impegnati in una serie di progetti che alla lunga vi porteranno i risultati da voi agognati. Se il vostro consulto ha ad oggetto la vostra sorte lavorativa, sappiate che la carte di Santa Matilde annuncia un presagio positivo: avete una posizione importante e potrete aspirare a delle promozioni , soprattutto se lavorate in banca. E se tra le carte da voi scelte, comparirà anche la carta di San Paolo, allora siate sereni: sarete i protagonisti di un cambiamento positivo e la situazione critica in cui eravate scivolati si sistemerà per il meglio. Se poi vi comparirà anche la carta di San Giorgio vorrà dire che godrete di un appoggio amichevole: un valido amico vi offrirà il suo aiuto con cui risolvere questioni inattese o che abbisognano di collaborazione. Magari avete anche questioni legali da risolvere legate ad immobili o a dispute ereditarie: il vostro avvocato di famiglia vi sosterrà con difese ineccepibili volte a conseguire un risultato per voi più positivo di un incantesimo di magia bianca. Concludiamo con la carta di San Luigi Gonzaga, dedicata a coloro che di professione fanno gli studenti, impantanati con esami di maturità o universitari: questa carta preannuncia grandi progetti, magari un dottorato di ricerca o un master o l’iscrizione presso una prestigiosa università; insomma, impegni importanti a cui, però, farà riscontro una forte fragilità emotiva, tipica di chi si accinge a nuove sfide ritenendosi, però, insicuro delle proprie capacità. E per oggi ci fermiamo qui, ma vi invito a tornare sul nostro blog la prossima settimana con un nuovo ed esilarante post sulle carte dei Santi!

Magia nera e satanismo: identità o diversità?

Una delle questioni che ha tanto animato il dibattito moderno sulla magia riguarda il rapporto tra magia nera e satanismo. Si tratta di un rapporto di identità o di diversità? E perché? Per rispondere a questi interrogativi, non si può prescindere da una cronistoria di entrambi i fenomeni occulti, ma in questa sede, per ragioni ovvie, cercheremo solo di fornire una risposta soddisfacente capace di fugare dubbi e confusioni. Proviamo a dare un’idea dei due concetti in modo autonomo. Nell’immaginario collettivo i due concetti sono considerati erroneamente sinonimi, a causa del fatto che in entrambi i casi si ha a che fare con forze oscure e pratiche magiche che vanno oltre l’illegalità, soprattutto quando mettono in pericolo la vita umana. In effetti, questa tesi è accettabile, ma solo in parte:  non si può negare che entrambi fanno parte dell’oscuro mondo dell’occulto, ma è bene precisare che il satanismo, che si configura come una vera e propria religione, prevede il culto di Satana quale personaggio richiamato dalla Bibbia. Nasce intorno al Quindicesimo secolo, in seguito alla diffusione del testo delle Sacre Scritture e si avvale di una struttura organizzativa di tipo gerarchico aperta agli adepti, previo esame rituale a cui si abbina un sacrificio. La magia dal predicato “nera”, invece, è una branca della magia in generale e il suo “colore” dipende dagli obiettivi che si vuole raggiungere , di conseguenza non coincide sempre con il satanismo e non prevede un’organizzazione tipo setta: è il veggente che si occupa dei rituali in base alle richieste del cliente e non per forza deve prevedere sacrifici, visto che può limitarsi a formule orali, talismani, incantesimi. E’, però, vero che può prevedere l’evocazione di forze oscure, quale Satana, e sacrifici umani (ci sono testimonianze in Brasile), perché questo tipo di magia del satanismo condivide gli strumenti (aghi, candele), però non necessariamente i due fenomeni si sovrappongono. Si può concludere che il rapporto tra i due fenomeni è di inclusione/diversità: il satanismo include la magia nera, ma non necessariamente quest’ultima coincide con il primo.

Per ulteriori approfondimenti con cui deliziare le vostre curiosità, vi consigliamo due libri:  “Magia nera e riti satanici nei Castelli romani”di Aldo Onorati – Armando – 1995  e  “Dalla magia nera a Cristo. L’autentica storia di una donna strappata dalle grinfie di Satana “ di Doreen Irvine – CLC – 2006.

Il prezzo di entrambi è davvero modico: vale la pena leggerli!

La cartomanzia diventa religiosa? La divinazione attraverso le figure dei Santi. (Parte seconda)

La scorsa settimana ci siamo lasciati con gli oracoli dei Santi, visto che il mago cartomante si occupa di divinazione utilizzando anche un mazzo di carte che raffigura i Santi: ad ogni immagine corrisponde un campo di vita e un messaggio ben preciso. Abbiamo iniziato con San Rocco e oggi continuiamo in modo da fornirvi un quadro completo di tutte le carte del mazzo. Let’s go! Dopo aver scelto le carte che più vi ispirano, l’esperto dovrà rivoltarle: solo così sarà possibile effettuare una divinazione precisa e specifica. Se in una delle carte rivoltate compare un cane con una torcia tra le zanne e a fianco un Santo con in mano libro e croce, non potete sbagliarvi: è San Domenico di Guzman, protettore delle amicizie che annuncia idee moderne e una vita sociale sincera e dinamica. Se, invece, noterete una donna che dona cibo ad un vecchio affamato, allora state osservando Santa Elisabetta, giovane dedita all’aiuto verso il prossimo: probabilmente avrete qualcuno che vi aiuterà in qualche faccenda sentimentale, magari un’amica o un amico che prodigherà i giusti consigli facendovi riflettere sul più e sul meno. Se vi sentite piene di problemi e chiedete consulto facendo uscire dal mazzo la carta di San Vincenzo De Paoli, allora vorrà dire che non dovete mollare: arrendersi prima vi priverà di un cambiamento che potrebbe cambiarvi la vita. Perché non osare?! Non abbiate paura: il cambiamento arriverà e i problemi spariranno, ma dovete essere voi a mettervi in gioco. E se siete studenti alle prese con esami e verifiche di metà corso, il vostro protettore sarà Sant Agostino: presiede le arti intellettive e, se sarà una delle carte da voi scelte, predice riuscita in tutto ciò che richiede l’uso dell’intelletto. Se, invece, l’immagine raffigurata sarà di San Martino, non avrete bisogno di colpire il vostro concorrente con formule di magia nera: gli affari non andranno male per i piccoli negozianti ed imprenditori, quindi potrete gioire per un bilancio aziendale in positivo. E San Giovanni? Lo conosceremo la prossima settimana! ;)

L’astrologia: anche i corpi celesti a portata di sensitivo!

Il mago moderno è colui che ritiene l’aggiornamento professionale una condizione essenziale per svolgere il suo lavoro con serietà ed onestà. Come tutti i mestieri, anche quello del sensitivo è soggetto a formazione continua e a spostamenti in luoghi dove la magia è ritenuta sacra o fenomeno da approfondire per conoscerne gli oscuri risvolti, al fine di studiare più da vicino gli antichi riti per poi modularli e applicarli nella realtà odierna. Ma la magia non è solo incantesimi. Va ben oltre e comprende anche l’astrologia, una scienza che è nata con gli antichi Babilonesi (ed è proseguita con gli Egizi e con i Greci), che concepivano pianeti come divinità attribuendo loro un ruolo divinatorio a cui attingere per far fronte a problemi di guerra o di politica. Solo con il tempo, l’astrologia iniziò ad evolversi in “scienza” con funzione previsionale in modo da rappresentare il primo passo verso la magia dove gli influssi dei pianeti si riverberano sull’attività e personalità umana. Il mago, quindi, è anche un esperto di astrologia: interpreta il moto dei pianeti, redige la carta astrale e si concentra sul tema natale. Con i segni zodiacali costruisce la personalità e le doti caratteriali del richiedente e lo aiuta in ogni campo di vita. Oltre l’oroscopo, che è sempre qualcosa da verificare e sperimentare giorno dopo giorno, il sensitivo delinea le affinità di coppia e comprende il bagaglio affettivo e sociale di chi chiede il consulto. Ma per risolvere questioni importanti e per incrementare gli effetti del risultato ambito, il mago deve saper sintetizzare astrologia e magia: alle previsioni della carta astrologica (nei prossimi post ne parleremo!) deve unire i rituali di magia bianca, magia nera, magia rossa, in modo da garantire più opportunità possibili. Infatti, dalla combinazione di una serie di scienze occulte è possibile ottimizzare i risultati dei rituali. Attraverso l’astrologia, il mago conosce tendenze, comportamenti, il bagaglio emozionale del passato, insomma l’ego del richiedente: solo così potrà affiancare il rituale più adatto alle esigenze di chi ha bisogno di un intervento extra-sensoriale. Voi di che segno zodiacale siete?