Scienze ufficiali e parallele: i canali per arrivare alla conoscenza!

virusIl dramma della diffusione del Covid e la debolezza degli scienziati nel dare una  risposta concreta e definitiva al problema – e una soluzione – apre un dibattuto da sempre vivacissimo ed infarcito di polemiche. Il rapporto fra scienze ufficiali e quelle parallele, fra cui l’esoterismo.

Le scienze ufficiali spesso hanno il vantaggio, e di qui ne deriva anche un atteggiamento talvolta assolutistico  e che in alcuni casi sconfina nella presunzione, della dimostrabilità di una teoria, vedi per esempio la legge della gravitazione universale di Newton (fisica) o il teorema di Pitagora (matematica-geometria), mentre l’esoterismo e le scienze parallele non hanno spesso fondamenta di dimostrabilità. E per questo vengono tacciate, soprattutto da chi crede ciecamente nella scienza ufficiale, di non veridicità, se non addirittura di credulità popolare.

Ma non è mica vero che ciò che sia scientificamente dimostrabile non debba esistere.  La storia delle religioni vanta molti dogmi – indimostrabili-nei quali i fedeli credono. Punto. E parliamo di miliardi di essere umani.

Anche l’esoterismo non può essere spiegato con una formula matematica o con una teoria fisica, lo si potrebbe al massimo  interpretare come un flusso energetico che parte dal punto a e finisce al punto b.

E la sensitività invece?

E’, questo provato dalla medicina, che appena un terzo delle potenzialità del nostro cervello vengono utilizzate. Quindi, il sensitivo può essere visto sotto un duplice punto di vista:

1-colui che sa utilizzare quei due terzi delle potenzialità mentali che la maggior parte delle persone non sfrutta, e come? Attraverso l’esercizio e lo stimolo continuo della propria mente.

2-come chi è in contatto con entità soprannaturali-non riscontrabili ovviamente dalla scienza-le quali possono aiutarlo, suggerirlo nella visione di eventi e fatti.

E il tema mai come oggi è attuale. Nel caso del Covid, ancora, la scienza brancola nel buio, non riesce a dare soluzioni a un problema reale, ormai ci si lavora da quasi sei mesi. Eppure, la sorte di milioni e milioni di persone è appesa a un filo. Sarà mica che la scienza ufficiale esca indebolita da quest’inattesa battaglia contro il misterioso virus arrivato presumibilmente dalla Cina? Spiace dirlo, ma sembra proprio di sì.

La scienza non ha risposte sicure al Covid 19. Da cosa si è generato? Qual è la terapia per gli ammalati più efficace? Ci sarà mai un vaccino? Tornerà l’epidemia in autunno o più avanti nel tempo? Per quanto ancora dovremo conviverci, mesi o anni?

Per carità ciò non vuol dire che l’esoterismo abbia la risposta ai problemi del mondo, ma che non venga sottovalutato, o peggio ancora schernito, da chi usa altri canali per arrivare alla conoscenza.

Le scienze parallele possono in parte (Precisiamo: non parliamo del problema della pandemia per carità!!!) dare risposte alternative e non sostitutive alla scienza ufficiale? Crediamo mai come ora di sì.

E allora per molte problematiche della vita (escludiamo la salute per la quale ci sono già molte strade da seguire fra tradizionale, omeopatia ed altro) potrebbe essere una alternativa rivolgersi alle scienze paranormali, quelle insomma non ufficiali perché le stesse scienze “riconosciute” non sono in grado di fornire talvolta soluzioni definitive: tant’è che-ancora caso Covid- ogni risposta data annulla l’altra. Vedi i grandi nomi della virologia in Italia ed all’estero che continuano a smentirsi l’un l’altro e spesso ad annaspare ben lontani dalla verità. Per noi la verità è qualcosa che va al di là di ciò che si sente e si vive…. La verità è forse quella che sanno i governi e le grandi multinazionali dei farmaci?

La scienza ufficiale ha fallito, ha dimostrato di sapere di non sapere, avrebbe addirittura creato-secondo alcune teorie le cosiddette complottiste- il virus ed ora è incapace di combatterlo, non ha risposte per la gente, tutto ciò che è dimostrabile è allora l’inizio della fine.

Quindi, qual è la scienza vera alla quale rivolgersi? Sono forse sensitivi e cartomanti che possono dare risposte a quesiti così importanti… Ci viene quasi da ridere… Non pretendo di analizzare il Covid, se non in termini di ribellione di una natura maltrattata dall’uomo e di invito ad una profonda riflessione per ognuno – ma di sicuro attraverso sensitività e cartomanzia si possono trovare sono molte più risposte alle problematiche della vita di quanto i nostri detrattori vogliano far credere.

 

 

Coronavirus: l’esempio dei nostri nonni, la loro forza per i nostri giorni

Coronavirus

Coronavirus

In questi giorni cupi, di paura, di tremore del domani, ripenso ai miei cari nonni, ai nostri nonni, – per qualcuno più avanti di me negli anni i suoi genitori – non solo ai miei ma a quelli di tutti… A quelli che sono passati, che ora vivono in dimensioni parallele.

Per inciso, lo dico a tutti voi: io credo nella vita dopo la morte, non secondo l’una o l’altra religione, ma secondo un principio unico di un unico Dio.

Ma parlavo dei nostri parenti di tanti anni fa, non proprio avi, ma nonni e genitori appunto, a proposito di questi giorni difficili a causa della epidemia di Coronoavirus.

Loro avevano vissuto momenti duri e sacrificali come questi durante la guerra: i bombardamenti, le deportazioni, lo stare chiusi in casa terrorizzati, soprattutto quel senso di privazione, di mancanza di libertà che ritorna ad aleggiare in Italia dopo quasi 70 anni…. Loro non se la videro bene, come non ce la stiamo vedendo bene noi, anzi loro vissero situazioni molto più gravi della nostra di oggi. Certo le situazioni, le cause, gli scenari, le epoche erano diverse, ma c’è un filo comune.

Quanto avrebbero potuto insegnarci oggi i nonni a tener duro in momenti come questi… Loro alla fine, dopo tanti patemi, ce la fecero… E ricostruirono addirittura un paese martoriato da anni di guerra.

E come loro ce la fecero ad uscire da quel momento buio che era fatto di morte e distruzione ce la possiamo – e ce la faremo di sicuro – anche noi che combattiamo contro una malattia pericolosa sì, ma che possiamo tenere alla larga. A bada. Che non è più forte di noi.

Dobbiamo prendere esempio da chi ha sofferto ed ha avuto energia, coraggio e soprattutto quella solidarietà – che oggi purtroppo manca fra la gente -, per stare uniti, coesi e farci forza l’un l’altro. E ne verremo fuori statene certi. Sicuri.

La sensitiva che predisse la grande pandemia

Profezia coronavirus

Profezia coronavirus

L’invasione del coronavirus era stata predetta da una celebre sensitiva e veggente americana. Sì, tutto vero. Nel 2008 la medium statunitense Silvia Browne, poi deceduta, scrisse un libro di profezie dal titolo un po’ inquietante, “End of days“, tradotto in italiano la fine del mondo. Nulla di apocalittico però.

La Browne ci rassicura, nella sua opera, che la fine del mondo non è affatto vicina, non è ora non è dei prossimi anni.
Ma, udite udite, la veggente formulava una previsione che oggi fa venire i brividi; diceva, infatti, che intorno al 2020 sarebbe diventata prassi comune in tutto il mondo girare con mascherine e e guanti, perché si sarebbe diffuso un virus polmonare, piuttosto refrattario alle cure, che avrebbe attaccato polmoni e bronchi. Nel suo libro è indicato anche-con precisione da scalpore- che l’epidemia sarebbe divampata all’improvviso, nel giro di poche settimane, e che si sarebbe vissuto dovunque un inverno di paura, ma che poi la temutissima pandemia si sarebbe dissolta all’improvviso in primavera, con i primi caldi, con la stessa celerità con cui era comparsa. E misteriosamente. Non ci sarebbe stato bisogno di alcun vaccino, perché la natura avrebbe fatto il suo corso da sola senza interventi umani. Il problema insomma si sarebbe risolto in tempi non troppo lunghi.
Lo stesso virus, però secondo la veggente americana, ritornerebbe nel 2030, sempre come oggi, per poi sparire per sempre dalla terra, nella confusione più totale del mondo della scienza.

Il buon esisto, quindi secondo Silvia Browne, ci sarebbe e il coronavirus non distruggerà il mondo. Speriamo, e crediamo essendo stata lei una delle più grandi veggenti contemporanee, che anche stavolta ci abbia visto giusto

Coronavirus, la grande Pandemia usata come arma politica. E finanziaria….

Il virus partito dalla Cina mette in ginocchio il mondo, fa tremare le borse e rischia di creare un collasso all’economia planetaria peggiore di quello del post 11 settembre. Oltreché un notevole tributo di vite umane, ma questo è argomento arcinoto.

Soffermiamoci, invece, su altri aspetti.

Cosa c’è dietro? Qualcuno muoverebbe le fila del sistema e potrebbero non essere i grandi capi politici interessati a colpire potenze rivali,(certo questa teoria non è del tutto esclusa e l’abbiamo affrontata nell’articolo di ieri “Cosa si nasconde dietro il Coronavirus, tante ipotesi inquietanti”, ndr) ma ora andiamo oltre. Dicevamo dei grandi leader politici: coloro conoscerebbero la verità, ne sarebbero in parte complici, ma non potrebbero opporsi a un qualcuno che gli sta al di sopra, e dal quale in parte trarrebbero benefici. Più potente dei capi di stato, di tutto e di tutti. Chi veramente orienta le scelte economiche, politiche e militari del mondo. Un’entità apparentemente astratta ma formata da geniali strateghi. Del male. Del profitto ad ogni costo. E del controllo assoluto del mondo.Si è parlato, in passato, degli Illuminati di Baviera, una setta massonica nata nel’700; ma poi decaduta e scomparsa. Ma secondo alcuni non sarebbe così, gli Illuminati opererebbero ancora in un sotto bosco di segreti e giochi letali.
O altrimenti, ci si immagina “Il Grande Vecchio” del quale si è spesso parlato, sempre un ordine massonico o similare che governa e calpesta ogni potenza ed istituzione, e che niente può fermarlo, Nè eserciti o patti atlantici, né i più potenti servizi segreti al mondo che ne sarebbero innervati. Ma chi ne farebbe parte? Nomi conosciuti ma non i più celebri. I veri demiurghi non sono le star da prima pagina del Times o di Newsweek.

E il  il gruppo Bilderberg?  Uscito allo scoperto solo di recente ma fondato nel 1954, riunisce le più potenti autorità della terra, politiche, militari, spionistiche, imprenditoriali ed altro. Si incontrano ogni anno, generalmente in Svizzera, non si sa di cosa parlino e cosa facciano, ma si suppone nulla di proficuo per le genti del mondo. Per la cronaca in passato ci andarono Romano Prodi, Mario Monti, Mario Draghi, Padoa-Schioppa e Franco Bernabè.

Semplice ma priva di scrupoli la strategia del Grande Burattinaio, chiunque esso sia e si celi dietro questo piano diabolico: creare panico nel mondo, far crollare le borse e i prezzi delle azioni, investire nel mercato azionario ora, subito, a costi irrisori, per poi realizzare una fortuna una volta passata l’emergenza. Quando la crisi passerà e il mondo tornerà alla normalità i prezzi delle azioni saliranno e i gli utili fioccheranno.

Uno scenario thriller, fantapolitico ma al quale molti danno credito.

E l’Italia in questo drammatico piano potrebbe essere stata usata come base di esperimento, infettata più di altri paesi, per precise ragioni: nazione debole ed instabile politicamente, sistema sanitario lacunoso, masse facilmente influenzabili, popolazione piuttosto ansiogena e facilmente impressionabile, ad esempio molto più di inglesi e francesi nel cui Dna vige ancora il gene del colonialismo, delle rivoluzioni e della ribellione.

La frittata è fatta. Infine, ricordiamo un principio: la storia non è mai quella che ci hanno raccontato, né la seconda guerra mondiale con l’assolutà necessità di lanciare le bombe atomiche sulle città giapponesi, né il vietnam, né le ambigue influenze politiche francesi in Africa occidentale, nè la verità sui cambiamenti climatici e l’inquinamento, né l’11 settembre e le successive invasioni di Iraq ed Afganistan, così come il mistero Isis.

In quest’ottica, un virus potrebbe essere più potente dell’atomica.

Cosa si nascone dietro il Coronavirus? Tante ipotesi inquietanti

Coronavirus

Il mondo è in ginocchio per la temutissima pandemia, che si temeva da decenni. E’ arrivata. E l’Italia, per svariati motivi, è fra i paesi più colpiti. Tutti tremano, ad ogni latitudine. Nessuno si sente più al sicuro, il mondo non è più quello di prima. E forse non tornerà ad esserlo neppure quando il pericolo cesserà

Ma cosa ha scatenato il temutissimo coronavirus che fa impazzire i più eminenti scienziati al mondo?

Secondo alcune teorie è stata solo un’evoluzione naturale di un virus, che ha subìto una mutazione ed è passato da specie animali nelle quali era presente da tempi immemori-si pensa i pipistrelli- all’uomo. Quindi, prospettiva che scatena le ire di coloro che ritengono che la natura si stia già da tempo ribellando duramente all’arroganza e al non rispetto dell’uomo.

Ma per altri non è così. Secondo indiscrezioni delle ultime ore, raccolte presso esponenti di spicco di aziende farmaceutiche operanti sul territorio nazionale, dirigenti e ricercatori che ovviamente difendono il proprio anonimato, lo scenario sarebbe molto diverso. Ripetiamo trattasi di controinformazione, di voci alternative che mai troveranno conferma sugli organi di stampa tradizionali, un po’ come accadde con le prime teorie complottistiche del dopo 11 settembre.

Ecco cosa hanno detto dei bene informati:

Ipotesi uno: il virus è stato creato in un laboratorio cinese da scienziati cinesi, forse per usarlo in un apocalittico scenario di guerra chimica- ed è sfuggito al controllo. Si è diffuso involontariamente fra la popolazione civile. Una fuga fatale.

Ipotesi due: Attenzione. A creare il micidiale coronavirus sarebbero stati scienziati americani che lo avrebbero poi diffuso attraverso agenzie governative in Cina, per attaccare il loro più temibile antagonista, e a livello economico e a livelo geopolitico e a livello militare. Si sarebbe trattata di un’operazione studiata a tavolino per mettere in ginocchio il “nemico rosso”. Ma come spesso accade, e la storia lo dimostra, gli americani sono abilissimi nello sparare il primo colpo, ma molto meno nel valutarne le conseguenze, si pensi a quanto accaduto in Vietnam e in Cambogia negli anni sessanta e settanta ed in Iraq ed Afganistan più recentemente. Peraltro, l’amministrazione Trump naviga in apparenza sotto traccia in politica estera, disimpegno dal Medio-Oriente, ritiro delle truppe da molti paesi, ma l’omicidio del leader iraniano Qasem Soleimani dimostra ben altro. Gli Usa agirebbero con modalità meno appariscenti del passato ma più subdole.

Ipotesi tre: Si sarebbe trattata di una cooperazone franco-cinese di studio per uso non militare del virus. Le ricerche sarebbero state condotte da equipe francesi e cinesi, poi il colpo di scena. Ricollegandoci allo scenario precedente, i francesi in accordo con gli Usa avrebbero liberato il virus per colpire il sistema cinese. In questo caso si sarebbe trattato di una manovra concertata fra Parigi e la Casa Bianca. La Francia predica bene ma negli ultimi decenni ha razzolato malissimo: dagli atroci esperimenti nucelari in Polinesia, all’affondamento da parte dei suoi servizi segreti di una nave di Greenpeace, la Rainbow Warrior, nel porto di Auckland, e il successivo arresto degli agenti coinvolti, fino alle bollenti rivelazioni, in punto di morte, di Cossiga sull’abbattimento del Dc9 di Ustica ad opera di un mirage francese, appunto.

Tre scenari ipotetici, allarmanti, terribili per la sola idea di una guerra che certe potenze stiano combatttendo con armi non convenzionali sulla pelle di milioni di cittadini innocenti.

Come difendervi dai falsi sensitivi

Attenti ai falsi sensitiviCari clienti chi mi conosce sa bene che io ho iniziato la mia attività esoterica nel 1997 con l’apertura dello studio in Napoli, mentre al 1986 risalgono gli inizi dei miei primi studi sull’occulto. E sa bene che da sempre io combatto duramente la ciarlataneria dei Vanna Marchi, dei “falsi sensitivi” e dei “Maghi che risolvono problemi d’amore in 15 giorni“.

A tal proposito mi sono trovato spesso nel mirino degli stessi truffatori che io osteggio e contro i quali metto in guardia i clienti, i quali- truffatori- non hanno esitato a diffamarmi e ad attaccarmi pubblicamente in rete, ovviamente non con i loro veri nomi ma sotto falsi nick name ovvero nel più completo anonimato: e questo su forum o addirittura attraverso pagine fasulle e da me denunciate all’autorità giudiziaria appositamente create per diffamare il sottoscritto, firmate da personaggi inesistenti e non iscritti a nessun albo, elemento appurato dal sottoscritto dopo apposite e semplici ricerche.

A tal proposito vi invito sempre a:
- prendere con le dovute precauzioni le cosiddette recensioni anonime e non dimostrabili;
- diffidare degli operatori che offrono consulti gratuiti: nessuno lavorerà mai gratis per voi, ma vi terrorizzeranno dicendo che siete afflitti da malocchi e malefici e quindi proveranno ad estorcervi denaro oppure si limiteranno a dirvi due paroline che non risolveranno certo i vostri dubbi su un grave problema della vostra vita
- diffidare di coloro i quali non esibiscono un numero fisso e non indicano in quale città hanno uno studio: non hanno studi, non ricevono dal vivo, lavorano nella semioscurità e al momento opportuno cambiano nome e recapito telefonico: un noto operatore del nord est dopo numerose condanne per abusi sessuali è praticamente scomparso per poi riapparire in pompa magna, con grande pubblicità e una nuova identità pubblicitaria;
- non credere a quelli che promettono ritorni d’amore o legamenti in pochi giorni, perché la magia è coercizzazione della volontà di una persona e ciò non può avere tempi prestabiliti, neppure se pagate un milione di euro;
- a stare alla larga da coloro che per un legamento o un lavoro di magia chiedono troppo poco, come compenso, o troppo tanto: chi chiede pochi spiccioli non vi farà nessun lavoro e dopo pochi giorni non risponderà più al telefono, quindi pure 100 euro sono guadagnati al netto di zero spese e zero lavoro ed energie utilizzate; chi pretende troppo non è onesto e non ha rispetto della sofferenza altrui perché un legamento non può costare e non costa in nessun caso 2000 euro.
- a fuggire da coloro i quali chiedono più volte denaro per la ripetizione di un rito: io pattuisco un prezzo ed eventuali spese aggiuntive e ripetizioni sono a mio carico, i truffatori partono da una cifra per poi arrivare a decine di migliaia di euro inventandosi ostacoli inesistenti.
Con questi piccoli avvertimenti spero di esservi stato utili e ringrazio chi ha avuto la pazienza di leggermi. CLICCA QUI  per il decalogo completo
Chi vorrà potrà contattarmi allo 0815795853 o al 3356299546

Posso fidarmi dei tarocchi?

Quante volte ti è capitato di vivere momenti di sconforto?

Posso fidarmi dei tarocchi?

Posso fidarmi dei tarocchi?

Per una delusione d’amore o un sentimento non ricambiato, per il lavoro che non ti
gratifica come meriti o per la tua famiglia che non condivide le tue scelte?
E magari hai pensato di affidarti all’arte divinatoria e alla cartomanzia, di rivolgerti
ad un sensitivo, un veggente, per trovare una soluzione ai tuoi problemi.
Ma qualcosa ti ha fermato!

Forse il dubbio che farti leggere i Tarocchi possa davvero essere la soluzione giusta.
Oppure hai paura di avere risposte che non vuoi sentire e che potrebbero
amplificare il tuo stato d’ansia e di confusione.
Se ti identifichi in almeno una delle cose che hai letto finora vai avanti con la lettura
e troverai la risposta a tutti i tuoi dubbi.
In questo articolo voglio chiarirti come la Lettura dei Tarocchi può aiutarti e perchè
non devi averne alcun timore.

Ti svelo il motivo per cui farti leggere i tarocchi ti aiuterà.

Non vorrei deluderti in questo momento ma devo dirti esattamente come stanno le
cose: i Tarocchi non prevedono il futuro.
Quindi se ti aspetti di scoprire il tuo futuro, perché pensi che sia già deciso, non sei
sulla strada giusta!
I Tarocchi prevedono un “futuro possibile”, ciò che potrà essere rispetto al punto in
cui ti trovi. Se le cose cambiano anche l’esito cambierà.
Questo vuol dire che i Tarocchi devono essere per te uno strumento di conoscenza,
una guida per affrontare al meglio una situazione che ti sta a cuore.
Se vuoi che la Lettura dei Tarocchi per te funzioni devi fare tesoro di ciò che ti è
stato rivelato e seguire i suggerimenti ricevuti per far avverare quanto è stato
previsto.
Ed ora ti starai chiedendo:
Come faccio a riconoscere il chiaroveggente dal ciarlatano?

Sicuramente i Tarocchi vanno fatti da un cartomante che sia assolutamente
estraneo alla tua vita per non influenzare il responso.
Inoltre ti consiglio di affidarti ad un veggente che ti fa sentire bene e al sicuro. E’
importante che fra il cartomante e il consultante si crei una certa empatia per avere
risposte dalle carte dei Tarocchi nel modo più dettagliato possibile.
Non fidarti del sensitivo che ti dice solo cose positive o solo cose negative, magari
solo per metterti in uno stato di angoscia e trarre profitto dalle tue debolezze.
E soprattutto non affidarti alla “cartomanzia fai da te”. L’interpretazione delle carte
dei Tarocchi è un dono innato e si basa sulle capacità di percezione e sensibilità di
persone che sono in grado di aiutare in un determinato percorso di vita chi si affida
alla loro guida spirituale. Molte persone hanno questo dono ma non sanno
svilupparlo, perchè per farlo c’è bisogno di un lungo studio accompagnato da anni
di esercizi e pratica.
Un bravo operatore esoterico è colui che trasmette fiducia e ti consiglia i mezzi
giusti per vivere al meglio la vita.
Per rispondere quindi alla domanda posta nel titolo di questo articolo ti dico SI,
PUOI FIDARTI DEI TAROCCHI MA PRIMA DEVI FIDARTI DEL CARTOMANTE!

Recensioni sensitivi…attendibili o no?

Immagine

Recensioni Vincenzo Fumarola

Recensioni sensitivi

Oggi sono di gran moda le recensioni ed i commenti che appaiono su forum, blog, siti appositamente creati per esprimere il proprio grado di soddisfazione di un bene strumentale o di un servizio.

Questa moda del web ha avuto inizio qualche anno fa con alberghi e ristoranti ed ora si è diffusa anche alle categoria più impensabili come per esempio i medici o gli avvocati. Insomma, in Italia negli ultimi anni tutto e tutti sono recensiti e giudicati sulla rete. Nulla sfugge più al giudizio severo ma talvolta fasullo dei consumatori.

Fra questi ovviamente sono finiti anche i sensitivi e gli operatori esoterici. Il problema è che chi recensisce è sempre anonimo,  si nasconde dietro un nick name o anche generalità che potrebbero essere inesistente e non sono mai verificabili.
In generale, alcune recensioni sono anche reali, ma quanti ristoratori hanno scritto, utilizzando diversi nick, che nel proprio locale si mangiava un gran bene eppoi non era vero affatto?
Lo stesso vale, ahinoi, soprattutto per la nostra categoria.

Su molti forum appaiono giudizi severissimi, talvolta diffamatori verso qualcuno, e addirittura elogi sperticati verso altri. Ma bisogna crederci? Come si suol dire, la verità è sempre nel mezzo. Molti recensori sono, purtroppo, concorrenti sleali che cercano di diffamare altri operatori magari più popolari, più richiesti o più bravi, altri sono sempre operatori che si fingono clienti soddisfattissimi di tizio o di caio e gli fanno indirettamente pubblicità.
Addirittura alcuni forum e blog sulla magia, cartomanzia ed esoterismo sono di proprietà di operatori stessi del’occulto che ovviamente cercano di dirottare clienti verso il proprio studio, mettendo in cattiva luce tutti gli altri.
Nonostante l’altissima percentuale di truffatori ed operatori finti, incapaci o in cattiva fede, vi invitiamo a valutare con la dovuta cautela le recensioni su un sensitivo o un cartomante, chicchessia.

Il modo migliore è farsi un giudizio personale contattando la persona-una telefonata oggi non costa niente o quasi- e ascoltare i suoi argomenti, le sue proposte e soprattutto il suo modo di approcciarsi al cliente. Il contatto diretto vale, credetemi, più di qualsiasi testimonianza scritta in rete.
Addirittura negli ultimi tempi sono apparse in rete intere pagine ospitate da siti gratuiti, firmate da presunti scienziati del paranormale o sedicenti giornalisti di inchiesta a vantaggio o svantaggio di questo o quell’operatore.  Poi da controlli effettuati ne è emerso che coloro che erano gli autori non risultavano né iscritti all’albo dei giornalisti né erano in alcun modo conosciuti nella comunità scientifica che studia la fenomologia del paranormale, e quindi trattasi chiaramente di operazioni fasulle e sleali, volte a mettere in cattiva luce, diffamare, o a propagandare l’uno o l’altro esoterista.

Il consiglio è, come al solito, di adoperare molta prudenza, di instaurare un contatto diretto con chi potrebbe aiutarvi, di conoscerlo, di fargli molte domande e pretendere spiegazioni e non limitarvi solo a domandare i prezzi delle prestazioni  e di affidarsi al vostro sesto senso. Che anche se non siete sensitivi a volte non sbaglia mai. Potrebbe tornarvi utile a tale scopo il mio decalogo che trovate cliccando qui

Problemi di cuore? Il rimedio con i legamenti d’amore

Vuoi rafforzare il tuo legame con la persona amata grazie ad incantesimi di magia?

Vuoi tenere lontani possibili concorrenti in amore con rituali di Magia Rossa?

Vuoi evitare un allontanamento o una separazione ricorrendo a pratiche esoteriche?

In questo articolo ti spiego come sarà possibile tutto questo, attraverso riti magici di  legamenti d’amore.

Ciò che leggerai in questo articolo ti permetterà di convogliare energie positive sulla persona desiderata  in modo tale che i sentimenti di quest’ultima siano diretti a te per creare un’unione intensa e duratura, sia che si tratti di un fidanzato/a, che di un amante, un coniuge o un semplice conoscente.

Sei pronto? Cominciamo…

I legamenti d’amore possono essere la giusta soluzione per riavvicinare, conquistare o consolidare il rapporto tra due persone.

Quando il sentimento d’amore non è ricambiato può essere causa di un dolore profondo, una sofferenza tale da non permettere, alle persone che ne soffrono, di condurre la propria vita serenamente. L’energia negativa che si genera può determinare una difficoltà oggettiva in tutti gli altri ambiti della vita, lo studio, il lavoro o semplicemente il rapporto con gli altri.

Le ritualistiche dei legamenti d’amore sono pratiche esoteriche alle quali si fa più spesso ricorso per risolvere un problema di cuore.  In base al proprio caso, si sceglierà un Rituale di Magia Bianca o un Rituale di Magia Rossa.

Solitamente i riti magici di legamenti d’amore con pratiche di Magia Rossa riguardano situazioni in cui il rapporto è stato breve o che non ha avuto modo di manifestarsi; diversamente i legamenti d’amore con pratiche di Magia Bianca, oltre ad essere più lunghi ed articolati, si eseguono in situazioni in cui la relazione è di lunga durata.

I legamenti d’amore funzionano davvero?

La riuscita di un legamento d’amore dipende da una serie di fattori che devono essere valutati da un operatore esperto. Uno tra questi è che ci deve essere alla base una situazione favorevole, in quanto si farà leva su un sentimento che sta nascendo o sulla simpatia che si prova per una persona (questo vale sia per le persone eterosessuali che omosessuali).

Ricorrendo a pratiche di Magia bianca o Magia Rossa  non si avrà alcun tipo di negatività (contrariamente alla Magia Nera), nella peggiore delle ipotesi non si otterrà l’esito positivo sperato.

Per aumentare le possibilità che un legamento d’amore possa riuscire occorre:

-          essere positivi, avere fiducia nella magia e verso l’operatore scelto;

-          essere concentrati solo ed esclusivamente sulla persona del cuore e pensarla in termini di amore e desiderio;

-          attendere con pazienza che arrivino i risultati sperati e non ricercare continuamente un segnale;

-          evitare inutili ansie nell’attesa che il rito si compia, il cambiamento avviene gradualmente;

-          non avere alcun rapporto fisico e sessuale con altre persone se non con il protagonista del rituale;

-          seguire i consigli dell’operatore esoterico ed essere propositivi nei confronti della vita.

Se anche tu hai paura che il tuo matrimonio possa terminare e vuoi riaccendere la passione, se hai paura che la persona che ami possa tradirti, oppure provi un sentimento d’amore e vuoi conquistare una persona in particolare, allora si può operare un legamento d’amore.

E’ bene chiarire che abbiamo parlato di pratiche di magia che se non eseguite nel modo giusto possono presentare dei seri rischi. Il consiglio quindi è quello di evitare di affidare la propria vita al caso ma a professionisti seri e qualificati.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi condividerlo e lasciare un commento, io sarò felice del tuo apprezzamento.

Cartomanti e Sensitivi, qual è la differenza?

tarot-991041_640

I consulti di cartomanzia, le veggenza? Sono un settore molto complesso, dove non è affatto facile orientarsi e dove si può altrettanto facilmente finire nelle mani di persone sbagliate che possono trasmettere ansia, angoscia e paura, magari involontariamente, ma questo è, in ogni caso, nocivo per il cliente.

Innanzitutto facciamo una doverosa differenza fra cartomante e sensitivo: il cartomante legge ed interpreta le carte, siano esse tarocchi, sibille, napoletane od altro, il sensitivo invece va al di là delle carte, egli usa le carte come un mezzo e non come un fine. Le carte sono solo uno degli strumenti di cui dispone un sensitivo, che ne ha molti altri, il cartomante, invece, si limita alle carte e basta.

Esistono ottimi cartomanti, che possono aiutarvi ma il sensitivo ha degli strumenti in più per prevedere il vostro futuro ed interpretare gli avvenimenti del presente, dandogli una risposta. Il sensitivo utilizza innanzitutto le proprie doti di… sensitivo, le sue percezioni, le sue sensibilità, se dispone dell’aiuto di uno spirito guida, questo gli darà suggerimenti, indizi, risposte. Il sensitivo, ad esempio, può usare il pendolino: spesso questo misterioso oggetto è di metallo, ma in alcuni casi può anche essere una pietra naturale. Io ad esempio ne ho uno di pietra grezza. Il pendolino può essere utilizzato su fotografia, per percepire i sentimenti di una persona verso un’altra, o per percepire se la persona che è oggetto dell’analisi è sincera o meno, se mente o tradisce, etc etc. La radioestesia, l’arte appunto di utilizzo del pendolino, è una scienza antica ed affascinante.

Ma come dovete comportarvi se chiedete un consulto ad un sensitivo? Per prima cosa, un vero consulto deve essere approfondito, deve durare almeno una mezzora. I consulti flash di pochissimi minuti,-peggio ancora la singola domanda- spesso promossi dagli stessi operatori come “gratuiti”, non servono a molto. Anzi, possono confondere solo le idee del consultante. Sono solo brevi panoramiche che non possono, per ovvie ragioni di tempo, darvi un quadro chiaro della vostra situazione. Non solo, molti operatori usano “il consultino gratis” per poi intimorire il cliente, raccontandogli che lui-o la persona amata- sono afflitti da malocchi, fatture e negatività, per poi propinargli rituali di purificazione o altro, senza i quali il problema non si risolverà mai. Un sensitivo che ha cuore le sorti di un cliente, naturalmente, non agirà così, ma sarà solo attraverso uno studio lungo e minuzioso che potrà effettuare una diagnosi del vostro problema ed anche –e soprattutto-una previsione sul futuro.

Ricordatevi anche che un bravo sensitivo non vede solo gli eventi per i prossimi pochi mesi, ma riesce a vaticinare accadimenti anche nei prossimi uno o due anni, se non di più. Ovviamente dopo qualche mese lo scenario può anche modificarsi un pochino, le veggenze di una volta non valgono per l’intera vita, ma periodicamente vanno rifatte. Diciamo che almeno quattro veggenze all’anno sono utili.

In ultimo, un bravo sensitivo è in grado di raccontarvi episodi o comportamenti di qualcuno dei quali non è a conoscenza. Vale sempre il vecchio consiglio di non svelare tutto a chi vi effettuerà il prossimo consulto, ma di lasciarlo libero di parlare e dire

Vincenzo Fumarola